Tag

, , , , , , , , , , ,

Sole, caldo. Una domenica come quella di ieri, che mi ha regalato un anno di vita. Siamo a fine ottobre, il freddo è arrivato settimana scorsa e io mi ero già rassegnata a cappottini e maglioncini. E poi, a sorpresa, torna un sole così caldo che ti permette di star seduto nel parco di Legnano in maglietta, con le maniche arrotolate, a mangiare panini con la salamella deliziosi e comprare zucche con quella felicità che provi quando arrivano le vacanze. Ecco, una mini-vacanza mi è sembrata, questa domenica. Presa dall’entusiasmo ho comprato anche un sacchetto enorme di mele secche che ho continuato a mangiare come se fossero state pop-corn. Poi stavo scoppiando ma ero tutta contenta.

Fino a sera mi è rimasta addosso questa bellissima sensazione di piccola estate in tardo autunno. E’ venuta buona all’ora di cena, quando di fronte a due tranci di spada mi è venuto un po’ di scoramento di fronte alla mia evidente mancanza di fantasia in fatto di pesce. Capperi e scorza di limone? Che barba, ancora?

No, mi sono detta, facciamo qualcosa che faccia un po’ estate – e quindi lo spada – ma anche un po’ inverno, tipo… tipo l’arrosto di maiale con le mele. Che poi il pesce spada sembra un po’ una fettina di maiale, da cotto. Quindi, perfetto!

Ed ecco cos’ è venuto fuori. Le mele hanno arrotondato il gusto del pesce, gli hanno dato un sapore un po’ burroso (ma il burro non l’ho usato) e caramellato, rinfrescato dal vino e dall’aneto. Bella scoperta.

Per due persone:

  • due tranci di pesce spada da 150/180 gr. l’uno
  • mezza mela, se un po’ farinosa va anche meglio
  • una cucchiaiata di cipolla tritata fine
  • un filo d’olio d’oliva
  • una spolverata di aneto
  • un pizzico di sale

Tagliate la mela a pezzettini e fatela imbiondire insieme alla cipolla in una padella capiente, con un filo d’olio.

Adagiate poi i tranci di spada nella padella e lasciateli colorire qualche istante. Spolverateli di aneto.

Sfumate con un mezzo bicchiere di vino bianco e terminate la cottura, girando i tranci per colorirli da entrambe le parti. Evitate di dimenticarveli in pentola, per poi trovarvi con due suole di scarpa.

Annunci