Tag

, , , , , , , ,

Sabato sera, film sul divano, finestre spalancate nella vana speranza che un refolo d’aria smuova la cappa che si è insidiata in soggiorno e nel resto della città. Urge soluzione rinfrescante e appagante. Presto fatto: tiro fuori dal freezer un mango sagacemente fatto a pezzi e surgelato in precedenza, lo butto nel mio nuovo potente frullatore con mezzo bicchiere di latte e via. Non serve neanche andare alla massima velocità e in pochi secondi ecco che il tutto si trasforma in una crema soffice e spumosa: non un gelato (è più morbido e arioso), non una granita (c’è il latte), non un sorbetto né un milk shake, un frappè o un frullato. E’ uno spumone gelato! E siccome ormai siamo grandi, ci aggiungo una generosa dose di vodka. Mhhhhh, perfetto: rinfrescante al punto giusto senza gelarti il cervello (a me la granita fa spesso quell’effetto), cremoso che ti ci riempi la bocca e senti tutto soffice. E quel goccio d’alcol, diciamolo, lo rende la giusta via di mezzo tra un cocktail frozen e una merenda golosa e sana. Non ci ho nemmeno aggiunto lo zucchero, che il mango era bello maturo e dolce. Riassumendo, per due persone: 1 mango maturo, tagliato a pezzi e messo in freezer (questa è l’unica parte macchinosa, bisogna già aver messo il mango nel surgelatore per ogni evenienza) mezzo bicchiere di latte un bicchierino di vodka (piccolo! Poi se vi ubriacate non date la colpa a me. Viziosi.) Frullare con decisione per pochi secondi. Quando il tutto avrà un aspetto soffice e setoso, è pronto. Nota: queste dosi riempiono due grandi bicchieri da cocktail, e del resto il nostro scopo era quello. Se fate parte della categoria dei morigerati, vi bastano per quattro.

Questa ricetta partecipa alla raccolta

Annunci